Sulla prestigiosa rivista “The Lancet Oncology”  sono stati pubblicati i risultati di una ricerca (Safety and efficacy of first-line bevacizumab-based therapy in advanced non-squamous non-small-cell lung cancer (SAiL, MO19390): a phase 4 study) svolta in tutto il mondo in oltre 2200 pazienti ammalati di cancro del polmone e coordinata dall’Oncologia Medica di Perugia. Ricerca che confermando il profilo di sicurezza della chemioterapia con l’associazione dell’anticorpo monoclonale “bevacizumab” ha dimostrato la possibilità di estendere la sopravvivenza mediana del tumore del polmone oltre i 14 mesi.
Questo studio, che ha già avuto una importante risonanza internazionale, rappresenta un motivo di soddisfazione per tutti gli operatori della nostra azienda con i quali ritengo opportuno condividerlo.
          Dr. Lucio Crinò

Drirettore S.C. DI ONCOLOGIA MEDICA Az.Osp. Perugia   

 

Accesso all'articolo completo riservato agli operatori registrati